mondiali antirazzisti

Gasparazzo – Mo’ Mo’ – il nuovo album tra reggae, folk, punk e canzone d’autore – dal 20 Maggio 2014 – in CD e digital download da New Model Label

“Mo’ Mo'”, ovvero, “proprio adesso, ora”, praticamente un’istantanea. In queste due parole è raccolta l’essenza del sesto album in studio dei Gasparazzo, formazione con base tra Bologna e Reggio Emilia, attiva dal 2003 e che nell’arco di questi anni si è esibita nelle situazioni più svariate, in Italia ed all’estero. Tutte le anime dei Gasparazzo convergono in questo lavoro, eclettico e contaminato, ironico, sognante ma allo stesso tempo anche impegnato. “Rovesciala”, brano nato come inno per i Mondiali Antirazzisti, apre il lavoro, carico e travolgente come un inno deve essere, un inno per un calcio diverso, seguita da “Michelazzo”, forse il brano più scanzonato del disco, ispirato alla leggenda urbana di Michelazzo, personaggio mitico che “mangia, beve e…”, che accomuna molte tradizioni popolari, dalla Sicilia alla bassa pianura padana.
“Mo’ mo'” è invece l’anima mediterranea dei Gasparazzo, sognante come il vento in una città di mare, un’anima che poi ritorna in altri episodi, come “Impulsi nudi” o “Se i posacenere potessero parlare”, scritta in collaborazione con Mezzafemmina. Un album di storie ma anche di musica e ricerca, e la produzione è stata realizzata con la collaborazione di Massimo Tagliata, pianista, fisarmonicista e produttore, già al lavoro con alcuni importanti nomi del pop italiano. Ci sono poi storie urbane, come “Centopelle”, ragazzo di strada che attraversa le epoche, ribelle ed indomabile, descritto da Collodi nella raccolta “Occhi e nasi” o ancora “Mimi” e “Fondaco”, quasi una filastrocca, la storia di una band in una cantina e dell’energia che sprigiona. “Cristo è là” è posta invece vicino alla chiusura, non certo perché meno importante, semplicemente per le emozioni forti che trasmette, un brano reggae toccante, dedicato a Federico Aldrovandi ed il testo si basa sulle parole di Lino Aldrovandi in memoria del figlio assassinato.

Tracklist: 1. Rovesciala / 2. Michelazzo / 3. Mo’ mo’ / 4. La tromba di Eustachio / 5. Agro 400 / 6. Impulsi nudi / 7. Se i posacenere potessero parlare / 8. Centopelle / 9. Cristo è là / 10. Mimi / 11. Fondaco

Formazione: Alessandro Caporossi - Voce / Generoso Pierascenzi - Chitarre, voce ed elettroniche /  
Giancarlo Corcilio - Fisarmonica / Roberto Salario - basso e contrabbasso / Lorenzo Lusvardi - batteria

www.gasparazzo.it
www.newmodellabel.com

Prossime Date – appuntamenti in continuo aggiornamento:

 7  Aprile 2014 – Osteria del Fico – Cremona – Esiste chi resiste

12 aprile 2014 –  Nuovo Teatro – Teramo – Mo’ mo’ Tour

25 Aprile 2014 – 15,30 – Felina (RE) – MontagnaResistente

25 Aprile 2014 – 18,00 – Soliera (Mo) – Biciclettata sui Cippi

26 Aprile 2014 – Maggio Mezzaghese – Mezzago (MB)

9 Maggio 2014 – Csoa Il Mulino – Lugano – Svizzera – Mo’ mo’ Tour

10 Maggio 2014 – Danieli Music Bar – Zurigo – Svizzera – Mo’ mo’ Tour

11 Luglio 2014 – Lido Mediterraneo – Roseto Degli Abruzzi (Te) – Mo’ mo’ Tour

Gasparazzo – “Esiste Chi Resiste”, il concept album acustico sulla Resistenza, dal 28 Gennaio 2014

Gasparazzo – “Esiste Chi Resiste” in CD e digitale, dal 28 Gennaio 2014 da New Model Label, distribuzione Audioglobe

Le storie dei protagonisti della Resistenza, raccolte, salvate e raccontate in un album acustico.

Un album che raccoglie il lavoro di oltre dieci anni, iniziato nel 2003 in seguito alle richieste di alcuni comuni delle province di Modena e Reggio Emilia di musicare le vicende ed i personaggi che fecero la Liberazione d’Italia. La richiesta che nasce dall’impegno della band in eventi, rappresentazioni teatrali, laboratori nelle scuole, video-documentari legati alla solidarietà ed alla memoria storica. Per l’occasione i Gasparazzo da subito scelgono di adottare una scelta stilistica diversa dal repertorio abituale, abbandonando la forma canzone a loro consueta e privilegiando sonorità acustiche, che fanno di “Esiste Chi Resiste” un vero e proprio side-project con una precisa identità musicale. La scelta stilistica nasce dalla necessità di suonare le canzoni nei boschi e nei cortei senza ausilio di impianti audio e quindi l’utilizzo di chitarre percussive con accordi semplici è stata una scelta obbligata ma anche calzante con il gusto della band. I ritmi tribali e monolitici hanno sempre fatto parte del linguaggio dei Gasparazzo e l’utilizzo di accordature aperte e del capotasto mobile hanno aggiunto un sapore a volte esotico ai brani, lasciando spazio per l’inserimento di altri strumenti come violino, violoncello, fisarmonica, sax e percussioni. Il repertorio però differisce soprattutto sul piano testuale, nel progetto acustico emergono dati storici, citazioni, proiezioni al presente ed una struttura di tipo narrativo, un vero racconto in musica.

Tracklist: 1. Villa Emma/ 2. Rosso Albero / 3. La Notte Di S.Giovanni / 4. Le Staffette / 5. Le Tane / 6. La Grotta / 7. Tira / 8. La Torre / 9. Bussina / 10. Vercallo / 11. Navicello / 12. Avanti Lavativi! / 13. Eco Nel Vuoto / 14. Campazzo / 15. Cortogno / 16. Il Sipario

Formazione:  Alessandro Caporossi – voce, percussioni e chitarra / Giancarlo Corcillo – tastiere e fisarmonica / Lorenzo Lusvardi – batteria / Generoso Pierascenzi – chitarre / Roberto Salario – basso elettrico e contrabbasso

Link: www.gasparazzo.it

Discografia:  Tiro Di Classe (2007, Terra Calda  dist. Self) Fonostorie (2010, Gasparazzo/ Goodfellas) – Obiettivo Sensibile (2012, – Autonomix  dist. Venus) – Esiste Chi Resiste (2014, New Model Label dist Audioglobe)

Link a Biografia: http://newmodellabel.com/artists/gasparazzo/