Monthly Archives: September 2015

Lips Against The Glass – Not Only – il video


“Not/Only” è il primo video ufficiale dei Lips Against The Glass, formazione di base a Bologna, creativa e sfuggente, tra elettronica, shoegaze e sperimentazioni ambient, e è tratto da “Furfuzzy/Furflies” (7″ e Digital Download – New Model Label – 2015), split ep di sei tracce in collaborazione con Unmade Bed, band fiorentina dedita a sonorità psichedeliche.
Il video, in accordo con il brano, è un vortice ossessivo di sensazioni, un invito a perdersi in un tunnel di luci e sprazzi di calore. Le riprese ed il montaggio sono stati realizzati grazie alla collaborazione con Gammo Video e Elgaraje, negli ambienti dell’ex Senza Filtro e Bologna città.
I Lips Against The Glass hanno all’attivo un album “Vivid Colour”, pubblicato nel 2013 da Seahorse Recordings, un EP digitale di remix, “That Moment -Remixed-” pubblicato in digitale da New Model Label nel 2014 ed una serie di collaborazioni e remix per Bodwan, Ultraista ed Above the tree. Da segnalare anche le sonorizzazioni dei film muti “Alice in Wonderland” di Cecil Hepworth (1903) e “Das Cabinet des Dr. Caligari” di Robert Wiene, esistente solo in forma live e già presentata a Cracovia e presso il Palazzo dei Musei di Reggio Emilia e la partecipazione al Festival Della Filosofia di Modena con la sonorizzazione di “The President” di C.T. Dreyer all’interno del progetto Soundtracks curato dal Centro Musica.

Link: http://lipsagainstglass.tk/

Formazione: Gabriele Chinè: voce, chitarre, elettronica, samples / Giuseppe Cassano: elettronica, samples, bassi.

Video Credits:
Director & Editor : Enrico Galli / Director of Photography: Giancarlo Morieri / Her: Marina Facchi / Elements and Liquids Assistant: Andrea Alvisi / First Electrician: Francesco Gastoldi / Producer: Miguel Gatti / Gammo Video / Elgaraje Produzioni

CRNG – Non Hai Avuto Tempo – il video e l’EP in free download

Prossime date:

5 Novembre 2015 – Combo Social Club – Release Party – Firenze

14 Novembre 2015 – Opificio – Umbertide (Pg)

28 Novembre 2015 – Wip Club – Terranuova Bracciolini (AR)

11 Dicembre 2015 – 4Rooms – Prato

12 Dicembre 2015 – La Terrazza Sul Lago – Pieve Santo Stefano (AR)

17 Dicembre 2015 – Nof Club – Firenze

14 Gennaio 2016 – Velvet Underground – Castiglion Fiorentino (AR)

CRNG è la sigla dietro cui si esbisce una giovanissima alternative rock band fiorentina dalla duplice anima, impulsiva e cruda da un lato, emotiva e malinconica dall’altro. La scelta del nome  può essere considerata un sotterfugio, una scappatoia per nascondere attraverso una sequenza di consonanti questa attitudine a sfuggire dalle facili classificazione mantenendo però una forte espressività.

La band  è arrivata al debutto dopo un percorso di ”542 giorni”, esattamente come il titolo dell’album, un percorso fatto di cambiamenti ed evoluzioni. L’ ep in free-download anticipa l’uscita dell’album ”542 Giorni” in arrivo in autunno.
Il lavoro è stato registrato interamente in presa diretta, prodotto ed arrangiato da Andrea Brodi e dalla stessa band.
“Non Hai Avuto Tempo” è il primo video della band, una storia che parla di adolescenza, in uno spaccato di tragicità ed intensità, nascosto dietro ad una melodia apparentemente facile.

Tracklist 1. Non Hai Avuto Tempo / 2. Vento / 3. Hipster Dixit / 4. Tu Sei Morto Dentro

Formazione: Francesco Lo Torto, Pier Paolo Giovacchini, Luca Patrussi, Andrea Brodi

Link: www.newmodellabel.com www.crng.it

Giancarlo Frigieri – Troppo Tardi – il nuovo album – dal 9 Ottobre 2015 – New Model Label / Controrecords

_MG_0447
Prossime Date:

18 Settembre 2015 – Stella Nera – Modena

7 Ottobre 2015 – Catomes Tot – Reggio Emilia

“Troppo Tardi” è il settimo album pubblicato da Giancarlo Frigieri dal 2006 ad oggi, un lavoro realizzato interamente con voci e chitarre ma con risultati che vanno oltre a quelli del classico stereotipo del cantautore. Il musicista di Sassuolo, che per i suoi testi unici e corrosivi è già stato ribattezzato “Il Savonarola della musica indipendente italiana”, torna con un album nel quale decide di avvalersi solamente di voci e chitarre, da sempre gli unici strumenti che lo accompagnano dal vivo. Eppure Frigieri licenzia un album che non ha le classiche sonorità “da cantautore”, dove chitarre e voci sono usate spesso soltanto come sorgenti di suono per poi essere debitamente filtrate dagli effetti più svariati oppure modellate in contesti decisamente atipici. Può accadere così che ne “Il chiodo” Frigieri sussurri le parole “Zitti tutti” per simulare una batteria con le spazzole, che in “Motivi Familiari” la ritmica sia affidata alle parole “Ti amo” in lingua finlandese mandate in loop, oppure in “Elicotteri e cani” l’effetto percussivo sia garantito da respiri e feedback di chitarra. Pure le chitarre non sono usate sempre in maniera convenzionale e, pur non mancando le classiche ballate, capita che in “Fiori” un assolo di chitarra sia fatto unendo pezzetti di melodie di autori classici del novecento (Bartòk, Stravinskij, Shostakovich, Debussy, Holst) sopra a un basso simulato con la voce alla maniera di Bobby McFerrin. Oppure capita di trovare fuzz acidi che odorano di Spacemen 3 uniti a tapping che tanto devono ai Frippertronics dei King Crimson del periodo “Discipline” in “Nakamura” oppure che una canzone come “Galleria” inizi con un pesante debito ai Primal Scream di “Shine like stars” e finisca come una torch song da spot pubblicitario. Gli otto brani dell’album sono legati da un tema comune, ed a volte alcune parole ricorrono volutamente, proprio per creare un ulteriore legame interno tra le canzoni. “E’ un disco che parla dell’accettazione della propria sconfitta, del fatto che riconoscere di essere stati sconfitti non è una cosa necessariamente negativa anzi può essere un ottimo punto per ripartire, visto che capita molto spesso di fallire in quello che ci si è prefissati, almeno all’uomo comune” racconta Giancarlo Frigieri, lasciando all’ascoltatore il gusto di scoprire le possibili interpretazioni, “I testi parlano più o meno tutti di questo, di storie di persone sconfitte, di chi la vive come un incubo, chi la vive come una liberazione per poter ricominciare, chi la vive ridendoci su, chi non si rassegna, chi la prende serenamente come un’esperienza necessaria e chi nella sconfitta ci fa il bagno tutti i giorni”.

Tracklist: 01. Nakamura / 02. Galleria / 03. Nel Mondo Che Faremo / 04. Elicotteri E Cani / 05. Il Limite / 06. Motivi Familiari / 07. Fiori / 08. Il Chiodo

Discografia: Close Your Eyes, Think About Beauty – 2006 / L’Età Della Ragione – 2009 / Chi Ha Rubato Le Strade Ai Bambini? – 2010 (LP+CD) / I Sonnambuli – 2011 / Togliamoci Il Pensiero – 2012 / Distacco – 2014 – Troppo Tardi – 2015

Link: www.miomarito.it http://newmodellabel.com

Nu_foto

Uscirà il prossimo 16 ottobre per New Model Label e Inner Animal Recordings il disco d’esordio di Nu. intitolato “Circles”.
Scritto fra l’inverno e l’estate del 2014 durante un breve quanto intenso periodo di solitudine e frutto di un’inedita urgenza espressiva, il disco presenta 8 brani intimi e introspettivi, i cui testi esplorano la natura fragile di certi sentimenti come l’amore e le sue conseguenze emotive nel momento in cui esso svanisce assumendo altre forme, e di tutti quei piccoli compromessi quotidiani che stanno alla base di relazioni e rapporti umani.
E così come noi siamo la somma di esperienze in continuo cambiamento, anche il disco è un compendio di tutte le esperienze musicali di Nu., già nei Lip Colour Revolution e Vision of Johanna. Il risultato è un disco piuttosto eclettico dal taglio electro-pop-rock cantato in inglese.
Al lavoro hanno partecipato diversi musicisti della scena livornese e del collettivo musicale Inner Animal Recordings tra cui Valerio Casini e Marco Capozzi (Bad Love Experience), Giorgio Mannucci (Mandrake), Federico Silvi e Francesco D’Angelo (Jackie O’s Farm).

 

Gasparazzo – “Che Senso Ha”, il nuovo insant – video e la partecipazione al Concerto per Federico Aldrovandi

Gasparazzo – “Che Senso Ha” – instant video di denuncia contro la discarica di Poiatica (Reggio Emilia) e partecipazione al Concerto Per Federico Aldrovandi

Link a video su Youtube: https://www.youtube.com/watch?v=jy5CYzf5mNU&feature=youtu.be

12 Settembre 2015 – San Marino Cafè – Casal Borsetti (Ra) – ore 20.00

25 Settembre 2015 – Red Mosquito – Scandiano – ore 22.30

26 Settembre 2015 – Concerto Per Federico Aldrovandi – Piazza del Municipio – Ferrara – ore 21.00
Nuovo progetto musicale che vede impegnati i Gasparazzo in una instant song di denuncia, in collaborazione con il Comitato Fermare La Discarica, di Poiatica, nel comune di Carpineti, in provincia di Reggio Emilia, Appennino. “Che Senso Ha” racconta di una storia davvero particolare, di quelle che non vorremo che accadessero. Una discarica attiva dal 1995, con oltre 5 lotti con oltre due milioni di tonnellate di rifiuti e del piano di ampliamento di questa per altre 500.000 tonnellate. Per questo, dal 2012 è sorto un comitato che denuncia inoltre esalazioni gassose provenienti dalla discarica che invadono tutta la vallata, la mancanza di studi epidemiologici e di salute sulla popolazione residente, la presenza di un territorio fortemente dissestato, la discarica poggia su un territorio per natura geologica instabile e altamente franoso. Il brano è stato scritto con l’urgenza di raccontare ma non per questo rinuncia alla ricerca e tra le particolarità c’è la presenza del Du Botte, il tradizionale organetto abruzzese, quasi a rinsaldare il legame tra le radici della band ed il territorio, l’Emilia in cui la band si è formata ed è cresciuta. L’impegno è da sempre parte della storia dei Gasparazzo ed il gruppo ha avuto occasione di esibirsi in situazioni tra le più diverse, dalle commemorazioni per la Resistenza, a cui è dedicato un progetto speciale, “Esiste Chi Resiste”, con le storie raccolte nel modenese e nel reggiano, o ancora nei campi dei Sahrawi in Algeria ed in moltissime altre situazioni. Una particolarmente sentita sarà quella che vedrà la band emiliana aprire il concerto dedicato a Federico Aldrovandi a Ferrara, in compagnia di Punkreas, 99 Posse, Giorgio Canali e Rossofuoco e Strike, nell’ambito di una due giorni nel decenennale dell’uccisione di Federico durante un fermo di Polizia e che prevende anche altre iniziative, quali incontri e mostre.

Credit: Diretto da Federico Guercio

Gasparazzo sono: Alessandro Caporossi, voce e chitarra classica – Generoso Pierascenzi – voce e chitarre – Roberto Salario – basso e contrabbasso – Giancarlo Corcillo – fisarmonica ed organetto – Matteo Cimini – batteria

Gasparazzo: www.gasparazzo.it

Comitato Fermare la Discarica: https://www.facebook.com/comitato.fermareladiscarica

Musica, Parole Ed Immagini Per Federico: https://www.facebook.com/events/943614235681649/

New Model Label: www.newmodellabel.com

Make A Dream – booking: www.makeadream.it