Monthly Archives: April 2015

Oceans On The Moon – In Stop Motion il nuovo video

Bozze-7853Oceans On The Moon – In Stop Motion
il nuovo video tratto dall’album “Tidal Songs” – file under: Dark, New Wave, Electronica
Link a video su Youtube: https://www.youtube.com/watch?v=3SkhyuNWY-w

Nuovo video per i genovesi Oceans On The Moon, formazione costituita da Andrea Leone e Marco Martini, per il brano “In Stop Motion” tratto dall’album “Tidal Songs”, pubblicato in tutti gli store digitali da New Model Label, disco che contiene anche “Children Of Greece”, brano presente nella colonna sonora del documentario “Il Più Grande Successo Dell’Euro”.
Inizialmente il videoclip era stato concepito per essere un’animazione, per cui la band ha “arruolato” Andrea Modugno, disegnatore, e Carlo Cuomo, grafico specializzato in animazioni video.  A lavoro quasi finito, la band ha deciso però di implementare le animazioni con delle riprese del gruppo ed ha coinvolto Alberto Minghella, un giovane videomaker genovese non  che, essendo a sua volta un musicista, è riuscito a entrare nello spirito del pezzo, un po’ claustrofobico, un po’ orrorifico, e a far interagire le animazioni con le sue riprese, utlizzando la tecnica del green screen  e giocando molto con la saturazione delle immagini. 
Nelle riprese compare anche Andrea Pellicone, il batterista che da qualche tempo collabora con la band.

Link: https://oceansonthemoon.wordpress.com/
www.newmodellabel.com

(re)offender – “Meeting Of Feelings” – il video di debutto e l’ep

COPERTINA_EP_(re)offender_350

“Never to speak, never to hear. I’m lost in August and soon forget…”

I (re)offender sono una band di Frosinone con alle spalle un promo ed un EP autoprodotti, tre anni di live e la partecipazione al MEI di Faenza ed. 2013. Hanno influenze dark-wave e post-rock, attitudine shoegaze, sfumature emo. L’eterogeneità della loro musica rivela un’anima doppia: è decisa e vitale ma lascia un retrogusto amaro e malinconico; evoca atmosfere oniriche di sogni che improvvisamente si fanno oscuri o raggianti. I testi (in inglese) sono visionari, immaginifici ed emotivi. La voce richiama delicate suggestioni new-wave, immersa in riverberi di chitarre e synth, sostenuta da un basso grintoso e da una batteria dal beat cerebrale. L’immagine che resta è quella di trovarsi in una stanza piena di finestre e non sentire il desiderio di aprirle. L’EP è stato registrato, mixato e masterizzato da Paolo Rossi, già al lavoro con Soviet Soviet, Be Forest e molti altri allo Studio Waves di Pesaro nell’estate 2014.

Link: www.facebook.com/reoffenderofficial
www.newmodellabel.com

Formazione: Luca Magliocchetti: Voce – Marcello Iannotta: Chitarra – Giacomo Tiberia: Chitarra – Matteo Nizzardo: Synth – Ilario Promutico: Basso – Luciano Cocco: Batteria

Tracklist: 1. Down For A While / 2. Fool Time Baby / 3. Crumble & Fall / 4. Nobody Else / 5. Meeting Of Feelings

Prossimi Show:
25 Aprile 2015   – Cantina Mediterraneo – Frosinone
30 Aprile 2015   – Sottoscala9 – con Ardecore – Latina
2 Maggio 2015  – Valtorto – Ravenna
16 Maggio 2015 – Bibliotè Libreria – Sora (FR)
22 Maggio 2015 – Ex Mattatoio [con band supporto] – Aprilia (LT)
4 Giugno 2015    – Le Mura – con Kuf – Roma
26 Giugno 2015  – Rock act festival – Ferentino (FR)

Gibonni a Modena, la rock star croata in concerto in diretta negli studi di TRC di Modena ospite per Andrea Barbi Show

Flyer Gibonni Barbi
Gibonni a Modena, la rock star croata in concerto in diretta negli studi di TRC di Modena  ospite per Andrea Barbi Show
– Mercoledì 8 Aprile – ore 21.15 – 23.00 sul canale 15 – digitale terrestre – Emilia Romagna

Appuntamento internazionale per lo show condotto da Andrea Barbi che, per la serata in diretta di Mercoledì 8 Aprile ospiterà Gibonni, semplicemente il rocker più famoso in tutti i paesi della ex-Jugoslavia che si esibirà dal vivo con uno speciale set acustico.
L’artista croato ha da sempre un rapporto particolare con il nostro paese, e non è un caso che il suo ultimo singolo è stato proprio “She Said (Non Credere)”, un brano dal suo ultimo album “20th Century Man”, riproposto in duetto con Danilo Sacco, artista che non ha certo bisogno di presentazioni, grazie alla sua carriera con i Nomadi e come solista. Nella versione italiana di “She Said” a sorpresa Gibonni ha cantato anche delle frasi nella nostra lingua. Il musicista di Spalato, al secolo Zlatan Stipišić, è attivo come solista dagli inizi degli anni ’90 e si può dire che la sua musica riesce ancora ad unire tutti i popoli della ex-Jugoslavia e spesso i suoi concerti fanno registrare il tutto esaurito, in stadi, palasport o teatri e, qualunque sia la situazione i suoi fan sanno che lo spettacolo che sarà proposto avrà sempre qualcosa di speciale, che siano ospiti internazionali o semplicemente la presenza di Gibonni, che non si fa mai problemi a scendere dal palco per andare in mezzo al suo pubblico, cancellando così ogni distanza. Gibonni poi ha lanciato verso la fine del 2013 la sua carriera a livello internazionale, incidendo per la prima volta un album intero in inglese, “20th Century Man”, registrato tra la Croazia e l’Inghilterra, per la precisione ai mitici Abbey Road Studios, con la produzione artistica di Andy Wright, già al lavoro con Simply Red, Simple Minds e molti altri. Il risultato è un grande album di rock internazionale, con momenti più energici come “Hey Crow”, dalle sonorità quasi hard rock a ballad romantiche come “She Said” o ancora passando per il soul energico di “20th Century Man” che non sarebbe sfigurata in un album di Zucchero o di Joe Cocker. Difficile riassumere in così poco spazio una carriera così lunga e ricca, e Gibonni è stato definito più volte dalla stampa italiana come il “Vasco Rossi Croato”, definizione che forse non è artisticamente esatta ma che riesce a rappresentare al meglio il rapporto speciale che ha costruito con il suo pubblico.

Link: www.gibonni.com
www.newmodellabel.com